Intelligent Analytical Solution & Customer Data Platform

Actionable Insight Enterprise Data Management

Artificial Intelligence Solution & Decision Support

M.A.R.C. Artificial Intelligence

1 Aprile 2021

Analisi e Qualità dei dati: l’approfondimento di cui non sapevi di avere bisogno per implementare strategie aziendali in maniera efficace

Negli ultimi anni il continuo confronto con dati e informazioni sempre più complesse si è evoluto, diventando fondamentale per la crescita e per il posizionamento delle aziende all’interno di un contesto di mercato competitivo.

Analisi e qualità dei dati

L’analisi dei dati e la qualità degli stessi sono degli aspetti fondamentali di valutazione per chiunque lavori in ambito informatico e digital. Hai mai contato quante volte al giorno cerchi informazioni sul tuo smartphone? Ogni volta che dobbiamo prendere una decisione, che si tratti di cercare la strada più veloce, un confronto sui vari prezzi prima di un acquisto e altre mille occasioni, ormai come per riflesso incondizionato, prendiamo il telefono dalla tasca e controlliamo. “Ho visto un ristorante che sembrerebbe interessante…ci andiamo?” “Sì, un secondo, vediamo prima le recensioni!”

Cerchiamo continuamente notizie, informazioni, numeri, pareri, prezzi…Insomma, veramente di tutto.

È un dato di fatto che al giorno d’oggi abbiamo accesso immediato ad un’enorme quantità di informazioni che vengono catalogate ed indicizzate appositamente per ciascuno di noi. Al contempo, usufruiamo di questa possibilità in modo quasi inconsapevole e automatico, spesso senza farci nemmeno caso.

Questo perché i dati che ci vengono presentati, sempre più pertinenti alle nostre ricerche, più accurati e preparati, hanno guadagnato con il tempo la nostra fiducia e modificato le nostre abitudini fino a diventare talvolta imprescindibili per le nostre scelte.

In conclusione, questi dati sono sempre più utili.

Analisi e qualità dei dati

L’utilizzo dei dati all’interno delle aziende: piccoli mattoncini per costruire grandi strategie

Anche all’interno delle aziende, il continuo confronto con dati e informazioni sempre più complesse è evoluto, diventando fondamentale per la crescita e per il posizionamento all’interno di un contesto di mercato competitivo.

Contestualmente alla quantità dei dati e alla loro natura, anche i tool utilizzati per navigare tra le informazioni si sono evoluti in modo esponenziale, rendendo i processi analitici sempre più interattivi ed efficaci.

Entrando nello specifico in merito al rapporto tra quantità e qualità delle informazioni, è opportuno porsi una domanda: fino a che punto possono essere considerati realmente affidabili?

Secondo un sondaggio KPMG: “Solo un terzo (33%) degli amministratori delegati ha un alto livello di fiducia nell’accuratezza dei loro dati e analisi, una nuova indagine ha riscontrato inoltre che il 29% ha una fiducia limitata o una sfiducia attiva nell’uso di D&A da parte della loro organizzazione.” 

Ciò significa che più si alza la posta in gioco e più diventa necessaria la correttezza e l’affidabilità delle fonti, dal momento che questi dati rappresentano la base delle decisioni aziendali, giocando un fattore chiave per il successo o il fallimento delle strategie che vengono implementate.

È necessario inoltre tener presente che anche la mole di dati da analizzare è sempre più grande ed in continua crescita, si stima infatti che il 90% dei dati nel pianeta sia stato generato negli ultimi 2 anni.

Analisi e qualità dei dati

Come navigare efficacemente in un mare di dati senza naufragare 😉

Quali aspetti è allora opportuno considerare per ottenere sistemi analitici veramente efficaci?

  • Le analisi sono tanto più significative e di valore quanto più riescono a combinare fonti dati diverse e dati di granularità disomogenee tra loro: analizzare queste correlazioni è importante, ma la complessità di questi sistemi non deve comprometterne la qualità, che di conseguenza diventa il vero fattore critico;
  • Oltre alla mole di informazioni da processare ed analizzare assieme serve anche tempestività, chi deve prendere le decisioni è meglio che abbia gli elementi per farlo prima dei suoi competitor;
  • Il bisogno di tante informazioni in poco tempo è in antitesi con l’accuratezza e la precisione

Allora come fare a trovare il giusto trade-off tra tempi, dati e accuratezza?

Non esiste una soluzione semplice e immediata. Da un punto di vista tecnico bisogna combinare competenza, disciplina, controlli ed expertise, non a caso “quality by design” è diventato il nostro motto. Mentre per quanto riguarda il punto di vista funzionale, occorre disegnare bene tutti i processi di data governance e identificare sempre il responsabile di ciascuna sorgente dati

Per questo motivo il risultato migliore si ottiene grazie ad un lavoro di dialogo e interazione tra fornitore e cliente, che nel tempo si trasforma in una collaborazione sempre più consolidata.

Creare un rapporto di fiducia con il cliente rappresenta uno step di fondamentale importanza per Trueblue: la fase di ascolto diventa dunque cruciale per fornire poi la soluzione più adeguata per il raggiungimento gli obiettivi in maniera efficace. A supporto di tutto questo, grazie alla nostra esperienza e know-how accumulato negli anni, in ambito analitico forniamo modelli ready-to-use e customizzati sul mercato farmaceutico. La soluzione Enterprise Data Management supporta infatti facilmente i processi di business come: la segmentazione del mercato, la governance delle vendite e l’esecuzione dei customer plan. Grazie ad un’unica piattaforma totalmente scalabile diventa quindi possibile garantire una corretta riuscita del processo di analisi dell’efficacia e della sostenibilità delle strategie aziendali.

In conclusione, quando si parla analisi e qualità dei dati si apre uno scenario che può diventare rischioso per la tua azienda, se non si segue la giusta direzione: ecco perché un partner tecnologico in grado di guidarti correttamente, diventa indispensabile per ottenere da questo “scrigno d’oro” i migliori risultati per il tuo business.

Stefano Caldrer – BI Team Leader

Analisi e qualità dei dati
Torna al blog